PRESEGLIE

Risanamento e restauro conservativo del santuario della Beata Vergine Maria di Visello

Il santuario della Madonna del Visello sorge in una romita valletta, alle spalle del centro abitato di Gazzane, nel luogo dove, secondo un’antica memoria, pubblicata dallo stampatore Paolo Rizzardi di Brescia nel 1614, «La Regina degli Angeli Maria Santissima in abito bianco con nobilissimo corteggio di due sante di paradiso ad un certo Bonfadino … acciocchè le fabbricasse un tempio in quel luogo ov’ella gli favellava, che ora è quello stesso, in cui di presente trovasi la Chiesa di Visello».

L’edificio, a seguito del sima del 2004, ha subito un intervento di restauro che ne ha coinvolto la quasi interezza ed in particolare è stato sanato dal punto di vista strutturale.

Esclusi dall’intervento sono il pronao e la facciata del santuario, così come le superfici interne.

L’interno della chiesa è ad oggi caratterizzato dalle conseguenze dell’intervento eseguito per via del sisma e troviamo quindi superfici intonacate a calce a riparazione delle mancanze di materiale, sigillature delle lesioni in corrispondenza delle fenditure ed uno stato di conservazione degli intonaci e degli affreschi piuttosto degradato, come del resto prima dell’intervento. Lo stato delle superfici interne è infatti compromesso da molto tempo per via dell’umidità e dei fenomeni metereologici che prima degli interventi di tipo strutturale eseguiti a seguito del sisma hanno contribuito al lento ma inesorabile degrado.