LAVENONE

Riparazione e consolidamento statico della Chiesa della Madonna della neve – Fraz. Bisenzio

Il Santuario dedicato alla Madonna della Neve, che raccoglie la venerata immagine, si trova in una piccola frazione del comune di Lavenone denominata Bisenzio a 1050 m.s.l.m., a poco più di mezzo chilometro dalla frazione Presegno, dal nome alquanto enigmatico che però gli studiosi fanno derivare da “piccolo bosco” o da “buca o busa” perché costruito sul ripido declivio di una conca semiconica a forma di buca e precipitante nella sottostante valle. 

Anticamente i due paesi (frazioni ormai spopolate di Lavenone, cui vennero accorpate nel 1928) dipendevano religiosamente dalla pieve di Savallo, anche se avevano quotidiani e costanti rapporti con il grande centro montano di Bagolino.

La notorietà del nome è invece affidata almeno nella zona all’esistenza di un piccolo santuario. Il primo santuario o la primitiva cappellina dovevano risalire alla prima metà del secolo XVII, come confermano gli ex voto ancora esistenti datati 1666, 1691, ecc. Della prima chiesetta ben poco rimane, poiché venne completamente rinnovata tra la fine degli anni quaranta e l’inizio degli anni cinquanta del Settecento.

Il santuario è in perfetto stile settecentesco con coro e navata.

La chiesa versa in uno stato conservativo piuttosto precario, al quale non hanno di certo giovato interventi operati nel corso del Novecento, in particolare la sostituzione del pavimento originale con uno moderno, del tutto inadatto allo stile e alla destinazione dell’edificio.