Anello Valsabbino, prima tappa, da Cariadeghe a Soseto di Gavardo

  • TIPOLOGIA:             escursione
  • DIFFICOLTA':           elementare
  • DURATA:                 3 ore e 30 minuti
  • SVILUPPO:               11,3 km
  • DISLIVELLO:             167 M
  • INIZIO PERCORSO:   dalla casa degli alpini a Cariadeghe
  • FINE PERCORSO:      a Soseto di Gavardo dove parte la seconda tappa
  • SEGNALETICA:         segni bianchi e rossi del CAI da Tesio fino a Soseto
  • VAI ALLA MAPPATURA DEL SENTIERO:  http://gevvalsabbia.altervista.org/Sentieri/index.html

 

Anello Valsabbino, prima tappa, da Cariadeghe a Soseto di Gavardo

Prima tappa dell’” Anello Valsabbino”, un percorso in fase di mappatura da parte delle Guardie Ecologiche della Valle sabbia di circa 120/150 Km. Esso percorre partendo dall’Altopiano di Cariadeghe (monumento naturale) prima in prevalenza sul lato sinistro or. della Valle poi sul lato destro per tornare al punto di partenza toccando la quasi totalità del territorio Valsabbino. Si inizia da Cariadeghe di Serle vicino al Rifugio degli Alpini dove un ampio slargo dà la possibilità di parcheggiare. Si scende quindi lungo la strada asfaltata che abbiamo percorso per arrivare fin lì, si oltrepassa il “Ritrovo del Fante” e si prosegue fino al bivio con segnaletica per Gavardo. Si seguono le indicazioni per via Tesio Sotto, quindi Tesio Sopra fino ad incrociare Via Case Sopra. Si prosegue sempre su strada asfaltata e, oltrepassata la “Trattoria Tindaro”, al primo bivio si scende sempre seguendo l’indicazione Gavardo. Poco dopo si imbocca la prima a sx (c’è un cartello che indica comune di Paitone), si passa davanti a Villa Allocchio, si costeggia la recinzione e si oltrepassano alcune case/fattoria (v. Cascina Averoldi e Tenuta Franzoni). Si tiene la dx fino ad immetterci sulla stradina che sale da Gavardo. Siamo in località Tesio. Abbiamo percorso finora Km. 3, 75.Passiamo accanto alla Chiesetta degli Alpini, teniamo la dx ed in prossimità dello stagno con area pic-nic possiamo consultare la cartellonistica con segnaletica dei sentieri. Seguiamo il segnavia n. 503, si oltrepassa loc. Piazza Sovino dove incrociamo il sentiero che scende dal Monte Tre Cornelli (ascensione facoltativa). Proseguiamo in discesa in un maestoso bosco di castagni e sempre seguendo il segnavia bianco - rosso, si passa accanto ad una sorgente con cisterna e siamo in loc. Casini San Filippo con annessa Chiesetta appunto dedicata a San Filippo Neri (m.570). Si prende il sentiero ripido in discesa sotto la casa e, dopo c.a. 030-040 minuti, si arriva nella piazzetta di Fostaga. Da qui abbiamo due possibilità per arrivare a Soseto: o seguiamo il segnavia ben tracciato che ci conduce sulla strada principale Gavardo – Vallio Terme, oppure seguiamo vecchi segni all’interno del paese, sulla dx orografica, si passa vicino a casa Ruche ed in breve, attraversato il ponticello sul Vrenda arriamo a Soseto nostro punto di arrivo e punto di partenza per la seconda tappa. Abbiamo percorso 11 Km e 300 metri con un dislivello in salita di 167 mt ed in discesa di 846 mt.
A questo punto ci si può fermare a dormire in zona (informandosi sempre in anticipo) oppure tornare in autobus: http://www.sia-autoservizi.it/ 

Aziende GreenLine dove pernottare nei pressi di Soseto:

Giorni Disponibili:

Mesi Disponibili:

Tipologia: