choose your holiday experience

Tour itineraries and ideas for your green holiday

Cassone – Eremo dei SS. Benigno e Caro – S. Maggiore

Bell’itinerario in ambiente solitario e selvaggio che percorre le due vie di accesso abitualmente usate per raggiungere l’eremo dei SS. Benigno e Caro.

Dalla piazzetta in fianco alla chiesa parrocchiale di Cassone si imbocca lo strabello in direzione sud che si inoltra subito tra gli ulivi, lascia a destra l’itinerario segnalato col n. 31 per Sommavilla e, con bella vista sull’abitato di Cassone, sale ripido ai casolari di Fichet (m. 304). La mulattiera entra poi nel bosco, supera con ripidi e regolari tornanti il capitello della Merla (m. 525, ore 1.10) ed esce più in alto nel prato antistante l’eremo dei SS. Benigno e Caro (m. 830, ore 0.50-2.00).

Il luogo, nel quale secondo la tradizione vissero nel IX secolo i santi eremiti Benigno e caro, è posto alla base della caratteristica Pala di S. Zeno, in luogo suggestivo e ameno (possibilità di ricovero di fortuna nel locale sempre aperto attiguo alla chiesetta).
Dall’eremo si prosegue in direzione NE, lungo la strada forestale che attraversa la Val dei Molini e raggiunge, con percorso quasi pianeggiante, la porta del Vescovo (ore 0.20-2.20 – a destra il vecchio sentiero n. 659 che saliva al Rifugio Telegrafo ora non più utilizzabile).

Si continua la discesa nei prati di Malga Fiabio (m. 721, ore 0.10-2.30) nei cui pressi si stacca dapprima, a sinistra, la mulattiera segnalata col n. 9 e 659 che scende a Cassone e Malcesine e poco dopo, sulla destra, il sentiero segnalato col n. 7 che sale ai Piombi.
Dalla Malga Fiabio la strada scende ripida ad attraversare la val dei Stalloni per arrivare ai casolari di S. Maggiore dove inizia la strada asfaltata che si segue fino al termine dell’itinerario, in corrispondenza dell’innesto sulla strada panoramica di Malcesine.

* Days Available

Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica

Canale (m. 146) – Santuario della Madonna della Corona (m. 773) – Brentino Belluno (150)

Bell’itinerario a balcone sulla Val d’Adige fra boschi di leccio e carpino. Nella prima parte consente la visita dei caratteristici campi carreggiati (habitat prioritario natura 2000, codice 6110 “Formazioni erbose rupicole calcicole dell’Alysso – Sedion albi”), che incidono le rocce calcaree poco fuori dall’abitato di Canale. Nella seconda parte l’itinerario corre con andamento quasi piano nel mezzo delle due verticali fasce rocciose che caratterizzano questo tratto del versante baldense della Val d’Adige. Infine si scende all’abitato di Brentino Belluno per l’antico sentiero del Santuario della Madonna della Corona, per poi rientrare a canale lungo la nuova ciclabile della Val d’Adige.

 

Dalla piazzetta della chiesa parrocchiale di Canale si segue la stradina che esce subito dall’abitato in direzione nord, passa accanto ai campi carreggiati dominati dal sovrastante Forte di S. Marco e continua in leggera pendenza divenendo ben presto un sentiero che corre tra lecceta e radure prative dominando il corso dell’Adige. A circa quota 460 metri, nel punto in cui a sinistra vi è la deviazione per contrada Broieschi, il sentiero si innesta su una mulattiera che si segue a destra in leggera discesa, fino a giungere nei pressi della grotta di Castel Presina (famosa e frequentata palestra di roccia), dove l’itinerario ritorna su sentiero e riprende in leggera salita sotto le pareti del Monte Cimo, sempre in direzione nord e sempre a balcone sulla sottostante Val d’Adige. Il tratto in leggera salita è seguito da un tratto in leggera discesa per poi tornare in falsopiano fino all’innesto sul sentiero di accesso al Santuario della Madonna della Corona, a 15 minuti dallo stesso, a quota 600 metri. Dal santuario si ripercorre il sentiero a ritroso, seguendo il sentiero principale che riconduce a valle, all’abitato di Brentino Belluno in ore circa 1.20. Da qui, verso sud, lungo la ciclabile prima sull’argine del canale Biffis e poi in riva al fiume Adige, si ritorna alla frazione di Canale (ore 1.00).

* Days Available

Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica

Anello Valsabbino, prima tappa, da Cariadeghe a Soseto di Gavardo

  • TIPOLOGIA:             escursione
  • DIFFICOLTA':           elementare
  • DURATA:                 3 ore e 30 minuti
  • SVILUPPO:               11,3 km
  • DISLIVELLO:             167 M
  • INIZIO PERCORSO:   dalla casa degli alpini a Cariadeghe
  • FINE PERCORSO:      a Soseto di Gavardo dove parte la seconda tappa
  • SEGNALETICA:         segni bianchi e rossi del CAI da Tesio fino a Soseto
  • VAI ALLA MAPPATURA DEL SENTIERO:  http://gevvalsabbia.altervista.org/Sentieri/index.html

 

Anello Valsabbino, prima tappa, da Cariadeghe a Soseto di Gavardo

Prima tappa dell’” Anello Valsabbino”, un percorso in fase di mappatura da parte delle Guardie Ecologiche della Valle sabbia di circa 120/150 Km. Esso percorre partendo dall’Altopiano di Cariadeghe (monumento naturale) prima in prevalenza sul lato sinistro or. della Valle poi sul lato destro per tornare al punto di partenza toccando la quasi totalità del territorio Valsabbino. Si inizia da Cariadeghe di Serle vicino al Rifugio degli Alpini dove un ampio slargo dà la possibilità di parcheggiare. Si scende quindi lungo la strada asfaltata che abbiamo percorso per arrivare fin lì, si oltrepassa il “Ritrovo del Fante” e si prosegue fino al bivio con segnaletica per Gavardo. Si seguono le indicazioni per via Tesio Sotto, quindi Tesio Sopra fino ad incrociare Via Case Sopra. Si prosegue sempre su strada asfaltata e, oltrepassata la “Trattoria Tindaro”, al primo bivio si scende sempre seguendo l’indicazione Gavardo. Poco dopo si imbocca la prima a sx (c’è un cartello che indica comune di Paitone), si passa davanti a Villa Allocchio, si costeggia la recinzione e si oltrepassano alcune case/fattoria (v. Cascina Averoldi e Tenuta Franzoni). Si tiene la dx fino ad immetterci sulla stradina che sale da Gavardo. Siamo in località Tesio. Abbiamo percorso finora Km. 3, 75.Passiamo accanto alla Chiesetta degli Alpini, teniamo la dx ed in prossimità dello stagno con area pic-nic possiamo consultare la cartellonistica con segnaletica dei sentieri. Seguiamo il segnavia n. 503, si oltrepassa loc. Piazza Sovino dove incrociamo il sentiero che scende dal Monte Tre Cornelli (ascensione facoltativa). Proseguiamo in discesa in un maestoso bosco di castagni e sempre seguendo il segnavia bianco - rosso, si passa accanto ad una sorgente con cisterna e siamo in loc. Casini San Filippo con annessa Chiesetta appunto dedicata a San Filippo Neri (m.570). Si prende il sentiero ripido in discesa sotto la casa e, dopo c.a. 030-040 minuti, si arriva nella piazzetta di Fostaga. Da qui abbiamo due possibilità per arrivare a Soseto: o seguiamo il segnavia ben tracciato che ci conduce sulla strada principale Gavardo – Vallio Terme, oppure seguiamo vecchi segni all’interno del paese, sulla dx orografica, si passa vicino a casa Ruche ed in breve, attraversato il ponticello sul Vrenda arriamo a Soseto nostro punto di arrivo e punto di partenza per la seconda tappa. Abbiamo percorso 11 Km e 300 metri con un dislivello in salita di 167 mt ed in discesa di 846 mt.
A questo punto ci si può fermare a dormire in zona (informandosi sempre in anticipo) oppure tornare in autobus: http://www.sia-autoservizi.it/ 

Aziende GreenLine dove pernottare nei pressi di Soseto:

* Days Available

Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica

* Months Available

Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre

Three days and two lakes

Day 1

  • Departure from Idro and through the picturesque Valle Serè, the climb to the Lodge begins, through the lush surroundings of ledges and waterfalls and several quaint barns.
  • Picnic lunch on the way;
  • in the afternoon you arrive at the Lodge where you can relax
  • and then eat a traditional dinner before bed.

 

Day 2

  • When you wake up, you start the long walk of the day (about 5 hours); on leaving the Valle Sabbiayou enter the territory of the Alto Garda Bresciano Park, with a wild path that runs along the northern slopes of Mount Zingla: an unspoilt and wild landscape! Having reached the Cima di Campiglio Lodge, an ancient mountain centre surrounded by green meadows, you can stop for a well deserved lunch break before starting the climb to the panoramic Fobbiola Pass, where for the first time we can see Lake Garda in all its immensity. Having circumvented the rocky slopes of Mount Spino and reached the pass, after a short descent you arrive at Pirlo allo Spino Lodge;
  • dinner and accommodation at the Lodge.

 

Day 3

  • Breakfast and departure for the long descent towards Lake Garda following the course of the Barbarano stream, crossing San Michele, and then continuing the descent to reach the coast.

* Extras

Extras: - travel in the company of a professional guide without thinking about a packed lunch.

* Days Available

Venerdì, Sabato, Domenica

* Months Available

Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre

Parco delle fucine: routes for everyone

Day 1 

  • arrival at Casto, synonymous with climbing and trekking!
  • Overnight stay at B&B and, weather permitting, it is suggested you reach the Paradiso Lodge along the picturesque trail.

 

Day 2

  • after breakfast there will be a meeting with the Casto Climbing Group, for those who want to have fun we suggest the trip into the park, where along a fun route  instructors will tell the story of the Country's old production activities. The walk through the La Stretta di Luina canyon will thrill the whole family.

 

Day 3

  • day dedicated to exploring the wonderful natural surroundings of Casto.

 IRON ALTERNATIVE:

Keeping the nights in B&B, immediately after the arrival a meeting is scheduled with the staff of the Casto Climbing Group, to ascertain actual capacity in relation to the difficulty of the routes and to analyse possible itineraries together with the experts. There are thirteen climbing routes and they can also be covered separately by building your own itinerary tailored to your abilities.

* Extras

- a small lunch with local products in a farmhouse, with the chance to interact with the many animals!

* Days Available

Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica

* Months Available

Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre

The land between the two lakes: Green Line selection

Nature and biodiversity, culture and traditions, local products, eco-friendly sport, all this is the Green Line choice, The land between the two lakes is the open voucher  formula applied to rural tourism.

A simple formula that allow you to discover the area in total freedom, to amend the offer in a personal way, the Green Line open voucher offer is:

  • 3 nights accommodation in selected structures belonging to the Green Line territory Lake Garda and Val Sabbia;
  • tasting and visit in two selected Green Line farms belonging to the Lake Garda and Val Sabbia area;
  • let's put it to the test: experience a different sport and contact with nature ... choose the experience that suits you among those selected Green Line experiences belonging to the Lake Garda and Val Sabbia area;
  • Green Line selection of 5 typical products from the area (products will be delivered on the first night booked);
  • a typical dinner in selected Green Line restaurants belonging to the Lake Garda and Val Sabbia area; 
  • visit to two selected Green Line museums belonging to the Lake Garda and Val Sabbia area.

How does it work?

By booking the "Land between the two lakes' package, you are free to choose the route and location on the Green Line catalogue also available online, while requesting you will need to give two or more alternatives for each stay and the preferred experiences. 

Note: unused vouchers will not be refunded.

* Extras

It is possible to plan the day you prefer with the expert, choosing from: - a professional photographer, an agronomist, a farmer, a naturalist, an ethnologist or a guide.

* Days Available

Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica

* Months Available

Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre